Lost in Sicily?

separatore-grafico-grigio

La nostra azienda agricola è immersa nel cuore della campagna siracusana. Alberi di limoni e olivi si estendono lungo questa zona rurale della Sicilia sud-orientale, ma costituiscono solo una parte della bellezza del territorio. Nell’arco di pochi chilometri si possono facilmente raggiungere ben tre siti dichiarati patrimonio UNESCO: Siracusa, Noto e Pantalica.

SIRACUSA, definita da Cicerone come “la più grande città greca e la più bella di tutte “ è una commistione di stile greco, romano e barocco, una testimonianza unica dello sviluppo della civiltà mediterranea degli ultimi tre millenni.

Qui si trova il Parco Archeologico della Neapolis, custode dell’impronta ellenica della città, sviluppato intorno al Teatro Greco, conosciuto a livello internazionale per le sue rappresentazioni classiche. Segue l’Anfiteatro Romano e l’Orecchio di Dionisio, una grotta artificiale che, grazie alla forma vagamente simile a quella di un padiglione auricolare, fa sì che i suoni siano amplificati fino a sedici volte. Secondo la leggenda fu proprio il tiranno siracusano Dionisio a utilizzare questa grotta come prigione per origliare le parole dei nemici ingigantite dall’eco.

Proseguendo verso sud si trova l’isola di Ortigia collegata alla terraferma per mezzo di tre ponti. Nel cuore dell’isola emerge maestoso il Duomo, un’imponente cattedrale barocca costruita sui resti del tempio greco di Athena, divinità greca alla quale si attribuisce la nascita dell’ulivo stesso.

Girovagare tra le stradine di Ortigia dall’impareggiabile bellezza architettonica, scoprire i papiri della Fonte Aretusa e farsi suggestionare dall’imponenza del castello Maniace, è il miglior modo di immergersi nello spirito della città.

Pochi chilometri a sud di Siracusa si trova la città di NOTO, considerata la capitale assoluta del barocco. Attraversando la Porta Reale, un arco di trionfo risalente all’Ottocento, si giunge in Corso Vittorio Emanuele, l’arteria che attraversa il centro storico del paese.

A circa 100 metri dalla Porta Reale potrete raggiungere la Chiesa di S. Chiara, il cui interno è considerato uno dei maggiori esempi di stile architettonico barocco in Sicilia, per poi godere della vista mozzafiato sulla terrazza panoramica dell’adiacente Ex convento delle Clarisse.

Imperdibile una visita alla Basilica di San Nicolò e a Palazzo Nicolaci, edificio nobiliare da cui si dirama l’omonima via, teatro dell’annuale manifestazione dell’Infiorata, un saluto alla primavera durante il quale gli artisti decorano l’intera strada utilizzando petali di fiori.

Per gli amanti della natura ci sarebbe l’imbarazzo della scelta ma, per vicinanza alla nostra azienda e per valore storico oltre che naturale, consigliamo una visita alla necropoli di PANTALICA, una riserva naturale orientata che costituisce uno dei più antichi esempi di architettura funeraria rupestre. Un connubio tra gli antichi insediamenti e le meraviglie della natura siciliana, dove le grotte delimitano un vero e proprio canyon, con spettacolari rocce a strapiombo tra cui si nascondono oltre 5000 tombe. I torrenti che hanno scavato la gola inoltre, creano piscine naturali e scorci di una bellezza idilliaca.

Non è possibile concludere una vacanza in Sicilia senza aver provato le sue specialità enogastronomiche. Per questo vi invitiamo a visitare la nostra azienda e a farvi travolgere dalla nostra “favola”, l’olio extravergine d’oliva di nostra produzione, un elemento incomparabile della dieta mediterranea. Non perdete l’occasione di vivere un’esperienza all’insegna della qualità e del gusto.